Enrico Di Maria / 15-28 ottobre

Al lasco nel blue

Al lasco nel blue

APERTURA SABATO 15 OTTOBRE ORE 18
Presentazione di Gabriella Dipietro

Infinito Mediterraneo

Modenese di origine, viaggiatore del mondo per passione e per lavoro, pittore per vocazione. L’artista Enrico Di Maria, dopo il meritato successo della mostra personale lo scorso anno, ritorna ad esporre le sue opere nella storica Galleria d’Arte Rettori Tribbio di Trieste.
Le immagini di questo “Infinito Mediterraneo”, sono realizzate per lo più ad acquerello, con impressionistica tensione dinamica. Le sensazioni vengono espresse con pennellate sicure, con la mano di un pittore conoscitore della tecnica. E l’acquerello nulla concede al caso, ma tutto permette, e richiede dall’artista capacità e precisione, escludendo la possibilità di errori, oltremodo non rimediabili.

Bora

Bora

Questi componimenti pittorici sono tracce mnemoniche di territori visitati e amati: alle campagne si mescolano scorci di strade, piazze, chiese, vicoli assolati animati di personaggi comuni, ma anche vedute marine e alberi solitari trasfigurati dal lirismo espressivo dell’artista.
Spagna, Toscana, Marche… si avverte prepotentemente il calore delle terre di quest’area, rappresentate dai loro peculiari colori, ora tenui e delicati, ora caldi, forti e suggestivi, connotati dalla solarità di una luce limpida e luminosa. Ed infine Trieste, al centro di questo Mediterraneo, un mare che unisce, un melting pot dove tutte le differenze, da est ad ovest e da nord a sud, si mescolano senza soluzione di continuità.
Se per alcuni soggetti il silenzio avvolge i dipinti e tutto sembra fermato in un istante eterno, altre opere colpiscono per un senso di tensione che traspare da periferie urbane che quasi bruciano verso cieli inquietanti, o da mari tempestosi solcati da barche alla ricerca di una sicura destinazione, proponendoci un livello di comunicazione, più intenso e più vero.
Con le sue opere, Enrico Di Maria non intende assolutamente descrivere ciò che ha visto, ma narrarci l’emozione nel vederlo. Esprimere, più che mostrare.

Vele d'epoca

Vele d’epoca

Enrico Di Maria ha esposto con “I Pittori del San Bartolo” a Fiorenzuola di Focara, nel 2016, 2018, 2020 e 2021; ha partecipato a World Art Dubai nel 2018 e nel 2020; ad Abu Dhabi in mostre personali nel 2018 e nel 2019, nel 2021 presso l’Ambasciata del Messico in Abu Dhabi e presso la Galleria Rettori Tribbio di Trieste.
Gabriella Dipietro

Girona - La Piazza

Girona – La Piazza

Grottammare

Grottammare

Lisbona

Lisbona

Amare il mare / 1-14 ottobre

Apertura sabato 1 ottobre 2022 dalle ore 17
Presentazione di Gabriella Dipietro,

Rassegna collettiva di pittura, scultura e grafica di opere incentrate sul mare, evento collaterale della Barcolanarealizzate da 80 artisti.
Espongono:
Akis – Ingrid Kuris, Livia Alfiero, Marinella Bertoch, Giusy Billone, Samantha Blank, Hansi Boekee, Giulia Bon, Diana Bosnjak, Michela Bottegaro, Susanna Bresich, Ondina Brunetti
Fulvio Caiulo, Luisanna Calamandrei, Lucia Castello, Giorgio Cattonar, Odilia Egle Ciacchi
Walter Colomban, Maria Creglia, Noris Dagostini, Giusy Depase, Dorina Deste, Gabriella Dipietro, Mariuccia Diviacco, Giancarlo Domeneghetti, Adriano Fabiani, Fraziella Felician
Massimo Ferluga, Boris Fernetich, Carla Fiocchi, Erna Fossati, Flavia Fragiacomo, Gabriella Frandoli, Annamaria Frisone, Flavio Girolomini, Michela Grassi, Laura Grusovin, Marialuisa Isolani, Claudio Iurin, Ondina Jaconsig, Veronika Konecna, Gianna Lampe, Elena Lyashenko, Claudio Maiola, Lory Mandricardo, Ever Maraspin, Claudio Martincic, Giuliana Martinz, Mario Michelini, Patrizia Mikol, Rosanna Monaro, Dilva Musizza, Marco Novak, Marinella Nurchis
Alejandra Oliva Oliveros, Gabriella Pahor, Paolo Pascutto, Carol Petelin, Fosca Pollastrelli, Teresa Potocco, Livia Pregarc, Ireneo Ravalico, Claudia Raza, Giuseppe Razza, Loredana Riavini, Livia Roncalli Stener, Gioiana Salvaneschi, Alberto Schettino, Barbara Schreiber
Eda Scrigner, Valnea Siega Vignut, Paolo Sirotti, Miriam Slavec, Adilea Stagni, Alberto Strambaci, Villibossi, Serena Vivoda, Pierpaolo Vouk, Lodovico Zabotto, Ennio Zangrando
Viviana Zinetti, Angelo Zorzet

Serena Vivoda / 17-30 settembre

Le bellezze

Le bellezze

INAUGURAZIONE SABATO 17 SETTEMBRE 2022, ORE 18.00
Presentazione di Gabriella Dipietro

SERENITÀ
“Vivere non è abbastanza” diceva una farfalla in una bella favola di Hans Christian
Andersen “Il sole, la libertà… e un fiore bisognerebbe avere!”
I fiori ci parlano di gioia, di leggerezza, di passione, come quelli rappresentati
splendidamente in questa mostra della pittrice triestina Serena Vivoda.
Le sue sono immagini intrise di un’atmosfera dolce e romantica, frutto di una squisita
sensibilità femminile che sa narrare all’osservatore di emozioni e sensazioni.
Queste opere di Serena Vivoda colpiscono per la purezza, la pulizia e l’eleganza con la
quale ritrae questi soggetti che ama intensamente. E non solo fiori, grandi fiori voluttuosi,
declinati con trasparenze sensuali e ombre cariche di mistero, fluttuanti spesso in spazi
senza dimensioni, ma anche decorazioni floreali e nature morte che rimandano, come un
sussurro, alla grande tradizione barocca.

Magie dei fiori 2

Magie dei fiori 2

Peonie in scena

Peonie in scena

Genziane blu

Genziane blu

Dotati di una notevole attenzione compositiva, i quadri di Serena sono caratterizzati da un
solido equilibrio, dove nulla è lasciato al caso. Stiamo parlando di un’artista che ha ben
capito che essere un pittore figurativo è tutt’altro che cosa banale, laddove, dipingere,
diventa trasformare, interpretare, ciò che tutti conoscono e che hanno sotto gli occhi
quotidianamente, con la piena coscienza che basta un’imperfezione, una prospettiva non
corretta, un colore impuro, per spezzare l’incantesimo e far crollare l’intera creazione.
Un’artista quasi d’altri tempi che, con intuizione poetica, riesce a cogliere lo spirito più
segreto intrinseco nella natura dei fiori, araldi di serenità, di profumo e vitalità… qualità
effimere che potrebbero svanire come un soffio da un momento all’altro, ma che lei riesce
a custodire amorevolmente, e per sempre, nelle sue tele.
Gabriella Dipietro

Sfumature rosa

Sfumature rosa

Magie dei fiori

Magie dei fiori

Serena Vivoda – Nata a Trieste, dove risiede, ha coltivato negli anni l’amore per l’arte, sperimentando diverse tecniche figurative e la pittura su vetro (ispirate a Gustav Klimt, maestro della Secessione Viennese, e al Liberty) e dipingendo tessuti e porcellana. Dal 2009 frequenta l’Atelier del maestro Livio Možina, dove ha rinnovato l’ispirazione artistica, avvicinandosi alla pittura a olio e realizzando il sogno di dipingere quadri raffiguranti la natura e ciò che la circonda: rappresentazioni in cui la realtà è fedelmente interpretata attraverso la cura dei dettagli e la sensibilità per il dato luministico.

Petali blu

Petali blu

Rose romantiche

Rose romantiche