Bressanutti – Možina /
18 gennaio – 7 febbraio

INAUGURAZIONE SABATO 18 GENNAIO ORE 18.00
Bressanutti e Možina: un ponte tra metafisica e realtà
Presentazione di Gabriella Dipietro e intervento musicale di Elisa Manzutto

La doppia personale comprende importanti opere realizzate dai due Maestri durante vari periodi della loro vita artistica.

Aldo Bressanutti è nato a Latisana nel 1923. Esercita la sua attività dal 1947.
Pittore e incisore di notevole fantasia, abile evocatore di atmosfere, manifesta intensamente il proprio mondo poetico attraverso visioni ambientali gravate dalla solitudine, che recano però l’impronta dell’uomo e ne fanno con prepotenza avvertire la presenza. Le vecchie case, gli interni spogli, le soffitte della povera gente sono i suoi ambienti privilegiati.
Nell’ultimo periodo ha esposto i suoi lavori in varie città italiane ed estere (Roma, Milano, Genova, Berlino, Toronto, Melbourne, Tenerife, Düsseldorf, Londra, Berna e altre) conseguendo notevole successo. Le sue opere figurano presso Musei, collezioni di Enti e Associazioni pubbliche e private, in Italia ed all’estero.
È autore di sei volumi sul Friuli-Venezia Giulia e sull’Istria con oltre un migliaio di grafiche, disegni e dipinti. È stata pubblicata dalla casa editrice Lint di Trieste una monografia a compendio di 50 anni della sua attività artistica.

Aldo Bressanutti

Aldo Bressanutti

Aldo Bressanutti

Aldo Bressanutti

Aldo Bressanutti

Aldo Bressanutti

Aldo Bressanutti

Aldo Bressanutti

Aldo Bressanutti

Aldo Bressanutti

 

Livio Možina, artista triestino autodidatta, comincia a dipingere quasi trentenne ricevendo vasti consensi sin dall’inizio della sua attività espositiva negli anni settanta. La pittura di Možina non stanca mai, anche grazie ai meravigliosi giochi di chiaroscuro, ai colori e alle luci soffuse che conferisce ai dipinti, nei quali riesce a dare un tono nostalgico e poetico insieme. Il taglio pittorico è quello di cogliere e riproporre la realtà così come lui l’avverte, mediata dai suoi filtri interpretativi. Una realtà fatta di scene di vita quotidiana, paesaggi, composizioni, nature morte descritte con precisione quasi fotografica laddove nessuna macchina fotografica riesce a rendere quei colori, quella materia, quella “vita” che la sua pittura ci offre. Tutte le opere esposte trasudano eleganza e una sorta di grazia imperturbabile. I quadri proposti sono dipinti su tavole di legno di cui lui stesso prepara meticolosamente la superficie per un’ottimale resa e stesura dei colori a olio, segno delle sue capacità tecniche di indiscutibile rigore.

Livio Možina

Livio Možina

Livio Možina

Livio Možina

 Livio Možina

Livio Možina

Livio Možina

Livio Možina

Arte 2020 / 11-17 gennaio

Mostra collettiva di pittura e grafica

INAUGURAZIONE SABATO 11 GENNAIO, ORE 18.

La mostra comprende opere realizzate da vari artisti, tra cui Bressanutti, Brumatti, Chersicla, Dequel, Dot, Fantini, Grubissa, Lazzari, Marangoni, Mascherini, Righi, Rosignano, Schott Sbisà, Spacal, Sponza e Zigaina.
Dequel Dot Rosignano Zangrando

Giuseppe Razza / 14 dicembre –
3 gennaio

Dal paesaggio alle emozioni
INAUGURAZIONE SABATO 14 DICEMBRE ALLE ORE 18
Presentazione di Gabriella Dipietro

Razza-3-OK

Il tempo dell’armonia
A volte l’artista insegue dei ricordi, delle considerazioni personali, un suo gusto estetico, e dipinge le sue opere rappresentando una realtà mediata dai suoi pensieri e dal suo vissuto.
Pino Razza, con energia e sensibilità, racconta le emozioni provate a cospetto della natura, e con abilità riporta alla luce armoniose composizioni paesaggistiche capaci di suscitare negli altri sensazioni di serenità e di puro piacere.
Sebbene abbia frequentato alcuni corsi d’arte, non ultimo quello tenuto dal pittore Livio Možina, la sua formazione si deve maggiormente alla sua innata passione manifestatasi fin da giovane.

Razza-8-OK Razza-7-OK Razza-6-OK

Osservando i suoi quadri, ci si accorge immediatamente di trovarsi di fronte ad un artista serio, un pittore di quelli che sanno cosa vogliono e come ottenerlo, senza ricorrere a mode che non gli appartengono per sua natura.
In questo percorso espositivo troviamo felici scorci di paesaggi frequentati da una fauna scevra di ogni possibile cattiveria, laghi o fiumi con sullo sfondo le curve morbide delle alture, marine vibranti di freschezza e brillantezza cromatica; ma anche un’intensa rappresentazione femminile, resa con un’espressività tale, da lasciare trasparire l’intenso rapporto affettivo che lega un figlio all’anziana madre.
Le opere di Pino Razza sanno affascinare tutti coloro che hanno gusto estetico e amore per l’Arte, segno tangibile di un artista onesto, dalle mature capacità pittoriche.
Gabriella Dipietro

Razza-5-OK Razza-4-OK Razza-2-OK Razza-1-OK